Ferrara Art Festival

FERRARA ART FESTIVAL
24 MAGGIO – 5 OTTOBRE 2014
IN MEMORIA DI RICCARDO LICATA
Ferrara si accenderà dei colori dell’arte contemporanea grazie al Ferrara Art festival 2014Dal 24 maggio al 5 ottobre prossimi, infatti, il medioevale Palazzo della Racchetta di Ferrara, ospiterà le opere di oltre ottanta artisti contemporanei, in un festival che indagherà e cercherà di dare risposte concrete sul tema, non certo semplice, di una costante rinnovata tradizione nell’avanguardia.
Il Ferrara Art Festival 2014 vedrà ben 24 mostre avvicendarsi negli spazi del palazzo che, da circa un triennio, è stato restituito alla città grazie agli imponenti lavori di restauro e che ben si presta a divenire non solo contenitore di importanti rassegne d’arte, ma esso stesso protagonista.
Proprio in occasione del Festival, il Palazzo della Racchetta aprirà al pubblico nella sua interezza, incluso il grande salone all’ultimo piano, i due cortili interni e la terrazza al piano nobile, trasformandosi così in un unico grande Palazzo dell’Arte. Sarà dunque possibile vedere, nello stesso momento e nello stesso luogo, quattro mostre e alcune grandi installazioni negli spazi all’aperto. Simultaneamente.
Il Festival sarà inoltre corredato da un poderoso e prestigioso catalogo di oltre 500 pagine pubblicato e distribuito in tutta Italia dall’Editoriale Giorgio Mondadori. Il volume sarà presentato nel corso della seconda parte del Festival.
Art Re-Generation
Simultaneità di tradizione e innovazione, di generazioni e di modi simili ma anche differenti di fare arte saranno i protagonisti di questo “Ferrara Art Festival 2014”che avrà come sottotitolo “Art Re-Generation” e che sarà dedicato alla memoria di Riccardo Licata, grande pittore e mosaicista scomparso poche settimane fa;un riferimento non solo alle tante e differenti generazioni che contribuiranno con le proprie opere a fare del Ferrara Art Festival 2014 un unicum per varietà e stimoli, ma anche alla generazione intesa come genesi del saper fare arte. Un festival, quello ferrarese, che prosegue idealmente un percorso critico e curatoriale iniziato da diversi anni in Italia da parte degli organizzatori ed ora divenuto vero e proprio tema di ricerca quanto mai presente: quello di una “Koinè”, una lingua comune, una sintesi articolata, un minimo comun denominatore dell’Arte Contemporanea, in cui si faccia tesoro del retaggio delle Grandi Avanguardie del secolo scorso e della fine di quello precedente.
Un festival internazionale
In questo non appaiono come scelte casuali gli artisti internazionali presenti, facenti per la gran parte base a Parigi (tra le capitali dell’arte contemporanea quella che ancora sente forte l’influenza della pittura e della scultura, e città in cui lo stesso Patarini ,da quattro anni, espone al Grand Palais nella sezione Installazioni libere al Salon Comparaisons); né appare come altrettanto casuale la città in cui il festival è ospitato: la Ferrara avanguardista nel Rinascimento e culla della nascita della Metafisica che, tra le avanguardie, è stata quella che più ha perseguito un ritorno alla «Bella Pittura» e il recupero della grande tradizione pittorica italiana sia dal punto di vista tecnico che compositivo. Dimostrando che è possibile coniugare tradizione e contemporaneità.
INFORMAZIONI
Ferrara Art Festival 2014 dal 24 Maggio al 5 Ottobre 2014.  Ingresso Libero
A cura di: Virgilio Patarini
Con la collaborazione di:  Jean Jacques Lapoirie, Lyudmila Vasilieva, Mariya Voznyuk, Alessandro Baito, Valentina Carrera
Ufficio Stampa: Michele Govoni, Mariya Voznyuk, Paola Gatti
Con il Patrocinio della Provincia e del Comune di Ferrara.
 
Mostre 7 - 19 settembre
Gesto/Gestalt
Opere di Teo Andreani, Andrea Boldrini, Marco Bozzini, Raffaele De Francesco, Bruno De Santi, Josine Dupont, Paolo Facchinetti, Michelle Hold, Maurizio Molteni, Roberto Tortellotti. 
Alma Mater Materia
Opere di Ersilietta Gabrielli, Claudia Giancane,  Fiorella Manzini, Claudia Margadonna, Giuseppe Orsenigo, Elena Schellino, Rosa Spina. 
Corpo/Paesaggio Informe
Opere di Salvo Bonfiglio, Anna Maria Bracci, Franz Canins, Vito Carta, Angelo Conte, Daniela Da Riva, Benedetta Faucci, Tania S. Lepori, Franco Maruotti, Natalia Molchanova, Bruno Moretti Sanlorano, Silvio Natali, Angelo Petrucci
Claudio Bandini, Labirinti dell'anima